6 ottobre 2018
Terza edizione della
Giornata regionale
"Apprendimento digitale"

Il civic hacking come possibile materia scolastica - Eventi giornate 2018

Sala bis (ex sala bar)
14:00
 - 16:00
Matteo Tempestini, ingegnere informatico per professione, civic hacker per passione

A scuola di civic hacking

Non possiamo continuare a credere che lamentandoci, denunciando o peggio ancora accusando, la gestione della cosa pubblica diventerà come la vorremmo noi. E non sarà colpa di nessuno se non diventerà “perfetta”. Sarà certo migliorata dove troverà un’amministrazione consapevole della divulgazione delle tecnologie adeguate per gestire al meglio un territorio, ma il supporto civico sarà sempre necessario. Perchè? Perchè è insito nell’azione di chi applica la tecnologia all’educazione civica essere rapidi, essere liberi da ogni vincolo burocratico, avere la possibilità di parlare e confrontarsi con chiunque bypassando qualunque processo. Se si inizia a vedere la nostra città come un computer o come uno smartphone diventa fondamentale cominciare a porsi cioè il problema di diventare “sviluppatori” di quella piattaforma, essere cioè parte attiva dello sviluppo della piattaforma stessa.La scuola deve essere il luogo dove si spiegano le tecniche di base per poter sviluppare progetti di civic hacking, progetti dove si pone al centro l'azione del cittadino come supporto al governo. La scuola deve anche solo avere il ruolo di ispirare questi progetti ed incuriosire gli studenti su quelle che sono le possibilità di azione civica con le tecnologie che già gli studenti di per sè sanno utilizzare.Questo training vuol dare una panoramica e degli spunti di concrete implementazioni di progetti di civic hackers che possono rappresentare basi per laboratorio scolastici e corsi agli alunni. In particolare si affronteranno le potenzialità di condividere e produrre dati pubblici, mappare luoghi relativi alla propria città su mappe aperte e sviluppare software in modo condiviso.


LINK: www.iltempe.it un esempio:http://www.iltempe.it/blog/2018/04/22/prima-lezione.html

L'incontro è rivolto principalmente ad insegnanti, professori ed alunni interessati ad inserire il civic hacking nella loro scuola.
40
Non è richiesto niente, ma avere un pc, un tablet o uno smartphone può aiutare alla discussione a seguito della presentazione

Nota: ATTENZIONE!! Non possibile iscriversi a due o pi eventi che si svolgono nello stesso orario. Nel caso in cui ci si verifichi sar considerata valida la prima fatta, le altre iscrizioni saranno ANNULLATE automaticamente.

Organizzato da
  • Ufficio scolastico Regione Toscana
  • Associazione Italiana Dislessia
  • Comune di Prato

Patrocini
  • Regione Toscana
  • Provincia di Prato
  • Azienda USL Toscana Centro
  • MIUR
  • MIUR - Scuola digitale
  • EDA - Dyslexia Awareness
  • CTS - Centro Territoriale Supporto Provincia di Prato
 
Sponsorizzazioni
  • AIDSM   |
  • CoderDojo   |
  • Campustore   |
  • Cooperativa Alice / Albero Bianco   |
  • Cooperativa Anastasis   |
  • Cooperativa Pane & Rose   |
  • Ellybee   |
  • Erickson    |
  • Estra S.p.A.   |
  • ETIC   |
  • Fondazione Turati    |
  • Giunti Scuola   |
  • Gruppo Spaggiari   |
  • Immerxive   |
  • Istituti Cosimo Bellini   |
  • Marco Vigelini   |
  • MedStore   |
  • Misericordia di Prato   |
  • Officina Giovani   |
  • Paleos   |
  • PIN Prato   |
  • Radio Nocciolina   |
  • Scuola Verdi   |
  • Studio Cordovani   |
  • TT Tecnosistemi   |
  • Vivaio Mati
- Inizio della pagina -
Il progetto Giornata toscana inclusione digitale sviluppato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it